giovedì 30 maggio 2013

Dido' o pasta al sale o pasta gioco - tutta naturale per bambini.

Ecco un'altra idea da portare alla festa di Addio all'Asilo del mio figlio 3enne.

Questa ricetta l'ho gia' sperimentata ed e' stato un successo.
Ora mi accingo a rifarla in grande grandissima quantita' per regalare 3 palline di dido' ad ogni bimbetto di scuola di Thanner ( mio figlio).

La prima volta che l'ho fatta e' stato 1 anno fa.
Thanner ancora gioca con questa pasta che e' rimasta morbidissima e malleabilissima.
L'ho sempre cnservata in un bel contenitore da gelato chiuso ed e' ancora perfetta.
Unica cosa che e' cambiata... ormai e' una massa incolore verdognola, addio colori per modellare.
Ma dato che il figlio sembra non preoccuparsene, beh non me ne preoccupo nemmeno io!


Ci sono moltissime ricette su internet e le foto che vedete le ho prese dal facebook gruppo Vitamina G - e' un asilo dove fanno veramente cose bellissime!

Io avevo bisogno tuttavia di una ricetta precisa ed ecco qua la mia versione.
Da quello che ho capito, amido di mais o no, serve l'acqua calda e la farina e' sempre il doppio del sale.
Io ho usato il cremor tartaro, ma ci sono ricette anche senza.
Il cremor tartaro in effetti e' costosino, maggari non usarlo e' meglio.
Per i coloranti ho comprato quelli per cup-cakes.
Ma il magico asilo ha una ricetta anche per quelli.
Io pero' non ho tempo! E mi arrangio con la tecnologia!

Insomma ecco le ricette!

INGREDIENTI


  • 50 gr di sale fino 
  • 100 gr di farina 00 
  • 5 gr di cremor tartaro
  • 100 ml acqua 
  • 2 cucchiai di olio 
  • colorante alimentare q.b.
  • aroma alla vaniglia a piacere


eventualmente senza cremor tartaro

foto presa dal gruppo facebook dell'Asilo Vitamina G

Ora arriviamo a noi. 
Quella ricetta e' per un dido' casereccio.
Nel mio caso ne sono usciti 5 kg di pasta gioco... un bel mattone.
Volete vedere il caos a casa ... eccolo

Ora io ho seguito l'istinto, non avevo tutto quel cremor tartaro quindi ho messo.
la papocchia informe
  • succo di 2 limoni
  • 2 kg di farina
  • 1 kg di sale
  • 2 litri di acqua
ci voleva la vanillina ma io l'ho dimenticata! Eh va beh... normale a casa mia.
Per finire tutto il processo ci ho messo 5 ore, tra bambini alla porta, figlio con la febbre ma che vuole aiutare, figlia a nanna ma che si sveglia e vuole mangiare, marito che torna dal lavoro ee... ma che e' sto casino etcc...
Invidio le vostre bellissime foto che denotano classe, gusto artistico ma anche tanto tanto tempo a disposizione.
Scrivere un post per me e' gia' una corsa contro il tempo.





Ora ne ho uno che reclama la colazione e un'altra attaccata alla gamba che piange non si sa che... Che vita! Mixate tutti gli ingredienti insieme, prima i secchi poi i liquidi.risultera' una "papocchia" (pasticcio in napoletano) non indifferente. Andate avanti.Io ho usato acqua calda che sembra assicuri un buon risultato, ma logicamente dovete aspettare che si raffreddi perche' smetta di essere appiccicosa. 
Poi ho diviso il malloppo in 3 parti e con santa pasienza ho incorporato i colori.
Il rosso non e' risultato brillante bence' fosse nella stessa quantita' di colore del blu e giallo.
Colori della cammeo per cup-cakes...una fregautra! Ma comprabili al supermercato in compagnia di pesti urlanti.





Ecco le palline da 70gr ciascuna divide in sacchetti pronte per essere decorate e ... donate ai bimbi.
E questa e' fatta!

BUON RIPOSO OLANDA! ;)





Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Recent Visitors